Casa Caterina – Vitagrama – Vino Rosso – 2009 – Vino Rosso

Casa Caterina – Vitagrama – Vino Rosso – 2009 – Vino Rosso

Vino Rosso
Sapore: Violetta Secca, Lavanda Secca, Frutti Rossi in Confettura, Sottobosco, Caffe, Cuoio, Cacao
Vitigni: Merlot 50% | Cabernet Franc 20% | Malbec 20% | Petit Verdot 10%
Gradazione: 12,5 %
Formato: 0,75 L

30.20

4 disponibili

lombardia
Spedizioni gratuite Spedizioni gratuite in Italia per ordini superiori a 150€
Pagamenti sicuri Pagamenti sicuri al 100%
Spedizioni gratuite Consegna veloce in 24/48 ore
Servizio clienti Servizio clienti +39 0575 52 70 87

Scheda tecnica

Produttore: Casa Caterina
Denominazione: Vino Rosso
Paese: italia
Regione: Lombardia
Formato: 0,75 L
Vitigni: Merlot 50% | Cabernet Franc 20% | Malbec 20% | Petit Verdot 10%
Da agricoltura: Biodinamica
Sapore: Violetta Secca, Lavanda Secca, Frutti Rossi in Confettura, Sottobosco, Caffe, Cuoio, Cacao
Affinamento: 12 anni tra Legno, Acciaio e Bottiglia
Temperatura di servizio: 18°-20° C
Decantazione: Da Bere Subito - 30 Anni
Calice: Ballon
Allergeni: Senza Solfiti Aggiunti
Gradazione alcolica: 12,5 %

Note degustative:

Vitagrama di Casa Caterina è un vino di un bel rosso granato intenso. Al naso è decisamente complesso, ricco di note terziarie come cacao amaro, cuoio nuovo e caffè tostato, poi note di frutti rossi in confettura, sentori terrosi di sottobosco e leggeri profumi di fiori di violetta e lavanda secchi. In bocca ha un ingesso snello e piacevole, di gran beva, con un gusto intenso che richiama cacao e caffè. Il finale è lunghissimo, sembra non finire mai.

Perché ci piace:

Casa Caterina è una delle realtà più interessanti e fuori dagli schemi della zona della Franciacorta e ci ha abituato negli anni ai suoi spumanti senza compromessi e di grande carattere, fatti di rispetto della natura e di lunghi, a volte lunghissimi affinamenti che esulano dal tradizionale disciplinare della zona. Ma la vita della campagna non è fatta solo di flûte e bollicine ma anche di duro lavoro e sacrificio. Ed ecco che nasce il Vitagrama, omaggio di Aurelio ed Emilio del Bono al padre ormai scomparso che con i suoi sacrifici e la sua dedizione ha dato i natali all’azienda che oggi sorge a Monticelli Brusati a 3 km dal Lago d’Iseo. Vitagrama richiama anche nel nome le difficoltà della vita contadina dove si sta chinati a lavorare la terra e ci si sporca le mani e sono proprio quelle del padre di Aurelio ed Emilio le mani ritratte sull’etichetta della bottiglia. Vitagrama è un blend di merlot, cabernet franc, petit verdot e malbec lavorati secondo i dettami dell’agricoltura biodinamica e artigianale. Le uve vengono raccolte manualmente in piccole cassette di legno e giungono in cantina perfettamente integre necessitando quindi di alcun’intervento esterno. Una pressatura soffice raccoglie il mosto che viene vinificato e lasciato per circa due anni e mezzo in legno prima dell’assemblaggio, seguito poi da un lungo riposo in acciaio e tre anni in bottiglia arrivando a circa 12 anni totali. Un lunghissimo affinamento che dona un carattere unico a questo eccellente rosso polposo e inteso. Un vino complesso e dalle mille sfaccettature ma mai pesante, anzi snello e agile al palato. Il rapporto qualità/prezzo è innegabile per questo vino. La vita sarà anche grama, ma l’assaggio di questo vino la migliora sicuramente.

Abbinamenti

Ricco ed intenso è il vino perfetto per accompagnare piatti importanti di carne a lunga cottura, a base di selvaggina da pelo e formaggi lungamente stagionati. Ottimo anche come vino da meditazione.

Recensioni e valutazioni

Il produttore

Casa Caterina
pagina produttore
Casa Caterina è una delle cantine più sorprendenti della Franciacorta ed è l’esempio perfetto di come a volte essere una voce fuori dal coro possa essere un qualcosa in più anziché una mancanza. L’azienda sorge a Monticelli Brusati, nel cuore della Franciacorta, rinomata denominazione famosa soprattutto per le sue bollicine metodo classico. Gli attuali proprietari sono i fratelli Del Bono, Aurelio ed Emilio, che seguendo le orme del padre Francesco e della madre Caterina (da cui l’azienda prende il nome) si dedicano a fare vino in maniera naturale e biodinamica. Una scelta che nel 1995 porta l’azienda ad abbandonare il disciplinare di produzione del Franciacorta per seguire e realizzare a pieno una filosofia di produzione che non conosce compromessi. Sette ettari di vigne coltivate con il massimo rispetto del suolo, del clima e dell’uva stessa. Grande lavoro in vigna in modo da non dover aggiungere niente al vino in fase di lavorazione in cantina perché l’uva sana “fa da sé” come affermano i fratelli Del Bono e non necessita di niente altro se non le cure di esperti cantinieri completamente dedicati al loro lavoro. I vini poi vengono fatti riposare per lunghi periodi sui lieviti (da 36 a 120 mesi e anche oltre in alcune occasioni) ottenendo bottiglie che reggono perfettamente la prova del tempo anche senza l’aggiunta di anidride solforosa. Negli anni le scelte radicali di Casa Caterina hanno dato i propri frutti facendo si che i vini prodotti riscontrassero sempre un maggiore favore del pubblico. Vini importanti e di grandissima personalità, dalla Cuvée 60 che riposa per 60 mesi sui lieviti fino al vino di più facile beva (ma non per questo scontato) Cuvée 36 che esce sul mercato dopo una sosta di 36 mesi a contatto con i lieviti. Bottiglie da non lasciarsi scappare, visto anche le quantità limitate di produzione.