Casanova di Neri – Rosso di Montalcino – Rosso di Montalcino DOC – 2018 – Vino Rosso

Vino Rosso
Sapore: Prugna, Ciliegia, Viola, Erbe Aromatiche
Vitigni: Sangiovese 100%
Gradazione: 14 %
Formato: 0,75 L

18.00

Esaurito

toscana
Spedizioni gratuite Spedizioni gratuite in Italia per ordini superiori a 150€
Pagamenti sicuri Pagamenti sicuri al 100%
Spedizioni gratuite Consegna veloce in 24/48 ore
Servizio clienti Servizio clienti +39 0575 52 70 87

Scheda tecnica

Produttore: Casanova di Neri
Denominazione: Rosso di Montalcino DOC
Paese: italia
Regione: Toscana
Formato: 0,75 L
Vitigni: Sangiovese 100%
Da agricoltura: Tradizionale Biologica
Sapore: Prugna, Ciliegia, Viola, Erbe Aromatiche
Affinamento: 18 mesi in acciaio
Temperatura di servizio: 16°-18° C
Decantazione: Da Bere Subito - 10 Anni
Calice: Calice Piccolo
Allergeni: Contiene Solfiti
Gradazione alcolica: 14 %

Note degustative:

Il rosso di Montalcino 2018 di Casanova di neri è di un color rosso rubino luminoso e limpido. Al naso si apre su note fruttate di prugna matura e ciliegia e floreali di viola coordinate a sentori vegetali di erbe aromatiche. Il sorso rimanda alla frutta rossa del sottobosco con un tannino molto fine e una acidità fresca e brillante. Il finale è e persistente, da cui emergono anche sentori di tabacco e spezie.

Perché ci piace:

Il Rosso di Montalcino di Casanova di Neri è un vino di una bellissima struttura ed eleganza. Prodotto nei vigneti dedicati nella zona sud del comune di Montalcino con dedizione e cura, esprime splendidamente la natura del sangiovese. Le uve vengono raccolte a mano dopo un’attenta selezione e vinificate con fermentazione spontanea senza aggiunta di lieviti selezionati per 18 giorni in tini di legno. 18 mesi di affinamento in tini di acciaio regalano un rosso di Montalcino di grande carattere personalità, capace di colpire sin da subito con la sua intensità e con una finezza assoluta, e allo stesso tempo con ampie possibilità di invecchiamento, quasi fosse un “piccolo Brunello”.

Abbinamenti

Il Rosso di Montalcino di Casanova di Neri può essere considerato un vino a tutto pasto, da antiparti toscani con salumi e formaggi, primi con sughi di carne e carni alla brace.

Recensioni e valutazioni

Il produttore

Casanova di Neri
pagina produttore
La storia di Casanova di Neri parte nel 1971 grazie a Giovanni Neri che, partito da Montevarchi come mercante di grano, acquista l’estesa tenuta di Podere Casanova a Montalcino con un unico obiettivo: creare un Brunello di Montalcino di grande qualità. L’attuale Denominazione Brunello di Montalcino DOCG, all’epoca ancora DOC, era nata solamente 4 anni prima e vedeva in quegli anni appena 30 produttori, contro i 250 di oggi. Un grande lavoro di recupero e reimpianto dei vigneti porta finalmente, nel 1977, a veder imbottigliato il primo vino di Casanova di Neri, un vino che oggi chiameremmo Rosso di Montalcino che però all’epoca verrà chiamato solamente “Vino rosso dai vigneti di Brunello”. È l’anno successivo che inizia la vera e propria storia del Brunello di Casanova di Neri, ha luogo infatti la prima produzione di Brunello, “L’etichetta Bianca”, dalle vigne intorno all’attuale cantina. Il 1981 vede la prima vendemmia a Cerretalto, vigneto acquistato nello stesso anno da Giovanni Neri, che si dimostrerà negli anni capace di regalare vini straordinari grazie alla sua composizione ed esposizione eccellenti. Nel 1991 è il figlio Giacomo che succede al padre nella guida dell’azienda portando la cantina verso nuove vette di eccellenza, sia con la messa in opera del “Tenuta Nuova”, il terzo brunello dell’azienda che grande successo riscuoterà a livello mondiale, sia con la produzione di un vino non a base sangiovese, il “Pietradonice”, dall’omonimo vigneto acquistato nel 1994 coltivato con cabernet sauvignon. La qualità dei vini prodotti sale di anno in anno, di vendemmia in vendemmia fino a raggiungere la vetta del mondo nel 2006, quando Wine Spectator annuncia che il Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2001 è stato eletto Wine of the Year, il Vino dell’anno. Dall’anno seguente inizia una lunga serie che vede le annate 2006 e 2010 di Tenuta Nuova e le annate 2007, 2010 e 2015 di Cerretalto, il Brunello “di punta” dell’azienda, premiate con i prestigiosi 100/100 delle più importanti riviste di critica enologica. L’azienda oggi conta circa 65 ettari vitati dislocati su sette magnifici vigneti dislocati in diverse zone della parte orientale della denominazione. Questa diversità di terroir ed esposizione crea vini dalla grande unicità espressiva, figli di un terreno fortemente vocato alla viticoltura, del perfetto lavoro dell’azienda e della grande passione che viene messa in ogni singolo gesto che accompagna il vino dal grappolo alla bottiglia. Casanova di Neri ha creato nei suoi 50 anni di storia sempre vini potenti e allo stesso tempo di grande eleganza, con radici che affondano nella tradizione ma estremamente contemporanei, sempre riconoscibili e apprezzati a livello globale. Un riferimento assoluto a Montalcino.