Conterno Giacomo – Monfortino Riserva – Barolo DOCG – 2013 – Vino Rosso

Conterno Giacomo – Monfortino Riserva – Barolo DOCG – 2013 – Vino Rosso

Vino Rosso
Sapore: Ciliegia, Prugna, Rosa, Sandalo, Menta, Tabacco, Goudron
Vitigni: Nebbiolo 100%
Gradazione: 14,5 %
Formato: 0,75 L

850.00

Non disponibile per l’acquisto sullo shop online. Riservato ai membri del Club "Wine Geeks" con offerte dedicate. Scopri come accedere
piemonte
Spedizioni gratuite Spedizioni gratuite in Italia per ordini superiori a 150€
Pagamenti sicuri Pagamenti sicuri al 100%
Spedizioni gratuite Consegna veloce in 24/48 ore
Servizio clienti Servizio clienti +39 0575 52 70 87

Scheda tecnica

Produttore: Conterno Giacomo
Denominazione: Barolo DOCG
Paese: italia
Regione: Piemonte
Formato: 0,75 L
Vitigni: Nebbiolo 100%
Da agricoltura: Lotta Integrata
Sapore: Ciliegia, Prugna, Rosa, Sandalo, Menta, Tabacco, Goudron
Affinamento: 6 - 7 anni in botte grande
Temperatura di servizio: 18° - 20° C
Decantazione: 10 - 40 Anni
Calice: Ballon
Allergeni: Contiene Solfiti
Gradazione alcolica: 14,5 %

Note degustative:

Il Barolo Riserva Monfortino 2013 è brillante nel bicchiere, dai toni rosso rubino sfumati caratteristici del nebbiolo. Profumi al naso intensi, decisi, vibranti ed estremamente invitanti ci ammaliano con sentori fruttati di ciliegia rossa dolce e prugna, seguiti da deliziosi aromi floreali di fiori di campo e petali di rosa. È splendidamente complesso con le sue note vegetali di salvia e un tocco balsamico di menta, evolvendosi poi in accenni di legno di cedro e sandalo fino ad arrivare al tabacco secco e al goudron. Un vino dall’enorme personalità e potenziale anche all’assaggio. Il tannino è potente e vigoroso, perfettamente intrecciato nella struttura di questo Barolo dalla trama perfetta e dall'acidità ben presente e succosa. Definirlo “profondo” sarebbe riduttivo, questo è un vino impareggiabile, immenso e immortale.

Perché ci piace:

Il Barolo Riserva Monfortino di Giacomo Conterno è tra le migliori eccellenze dell’enologia italiana, amato sia da chi del vino fa un piacere edonistico consumandolo e gustandolo, sia da chi ne fa un investimento, essendo uno dei vini più commercializzati nel mondo dei grandi collezionisti di vino. Creato per la prima volta nel 1924 con le uve dei conferitori, il Monfortino viene prodotto dal 1974 con le migliori uve provenienti dai filari del vigneto Francia, il cru più meridionale della zona di Serralunga d’Alba acquistato proprio in quell’anno dall’azienda. È un vino estremamente raro e prezioso, presentato solo nelle annate migliori. Pochi giorni prima della vendemmia infatti Roberto Conterno, enologo e proprietario dell’azienda, si riunisce con i suoi collaboratori tra i filari di Cascina Francia selezionando le migliori parcelle con le uve più adatte per la produzione del Monfortino. La selezione delle uve è rigorosa sia in vigna durante la vendemmia che in cantina. La fermentazione e la macerazione lunghissima, che dura quasi 5 settimane, sono diversificate per ogni singola parcella. Seguendo la stessa filosofia sarà diversificato per singola parcella anche l’affinamento in botte che dura 6-7 anni, tempo che varia a seconda dell’annata e della scelta del produttore. Ogni anno infatti il vino viene assaggiato direttamente dalla botte per controllarne la qualità della maturazione e soprattutto, viene esaminata la sua potenzialità a diventare un Monfortino di razza. Se così non fosse il vino verrà destinato alla produzione del Barolo Francia. Per l’annata 2013 in particolare la scelta è stata di non uscire con Barolo Francia ma destinare tutte le uve, egregiamente maturate, per la produzione del mitico Monfortino. Un vino epico, meraviglioso, capace di confrontarsi senza timori reverenziali con i migliori Borgogna o Bordeaux, infinito per longevità e profondità nella degustazione. Una vera e propria leggenda, da sempre nei sogni di ogni appassionato.

Abbinamenti

Questo grande Barolo Riserva necessita di altrettanto grandi piatti di carne rossa con lunghe cotture, come bolliti e brasati, e piatti a base di selvaggina. Si sposa anche con formaggi molto stagionati. Perfetto anche per essere gustato da solo soprattutto per annate vecchie

Recensioni e valutazioni

Il produttore

Conterno Giacomo
pagina produttore
Il cognome Conterno è legato a doppio filo alla storia del Barolo e delle Langhe. È appunto in questi territori dai paesaggi mozzafiato, oggi inseriti dall’Unesco tra i Patrimoni dell’Umanità, che nel 1900 nasce per mano di Giacomo Conterno una delle cantine tra le più iconiche dell’immenso panorama vitivinicolo piemontese e italiano dei nostri giorni. Agli albori della storia di questa grande cantina il Barolo veniva prodotto dalla cantina Conterno con le uve acquistate dai contadini locali e venduto sfuso in damigiane. Il figlio di Giacomo, Giovanni, fu il primo che nel 1912 decise di effettuare una selezione delle uve conferite e di iniziare ad imbottigliare questo vino abbandonando la vendita in damigiana. Nel 1924 comparve per la prima volta sull’etichetta una parola che oggi è sinonimo di uno dei vini più preziosi e ricercati; nasceva infatti per mano di Giacomo, figlio di Giovanni Conterno, la prima annata di riserva Monfortino, un grande vino che ai giorni nostri è ricercatissimo in tutto il mondo, anche come vino da investimento. Una grande svolta si ha poi nel 1974, quando viene acquistato il primo vigneto di proprietà dell’azienda, il vigneto di Cascina Francia a Serralunga d’Alba. Fu un passo decisivo verso un nuovo tipo di produzione, non più acquistando uve dai conferitori ma lavorando personalmente i propri vigneti, potendo così seguire ogni fase della maturazione delle uve. Oggi la cantina Giacomo Conterno, guidata da Roberto Conterno dal 1988, è sicuramente tra le realtà più autentiche del Barolo, fedele alla propria tradizione e a quella delle Langhe. Vini che sono un inno al Piemonte più classico, che non ha subito l’influenza delle mode esterofile dell’uso sfrenato della barrique per vini di pronta beva. Cantina Giacomo Conterno si è mantenuta fedele alle sue radici e a quelle del nebbiolo coltivato a Serralunga d’Alba. Nella filosofia dell’azienda i vini devono raccontare la storia delle terre da cui provengono. Sono vini sinceri e fatti a regola d’arte, che richiedono di essere aspettati e che sapranno regalare emozioni uniche a chi saprà farlo. Bottiglie leggendarie tra le più ricercate e amate in tutto il mondo.